Riflessioni sulla 2 parte del "Corso di scrittura creativa" del prof Sossi

Una partecipazione attiva e attenta, sensibile e fertilissima ha caratterizzato il secondo Corso di Scrittura Creativa dedicato alla letteratura per l’Infanzia tenuto dal professor Livio Sossi in Artegna l’ultimo sabato di novembre e la prima domenica di dicembre 2013.

Ancora una volta il Comune di Artegna ha manifestato il suo tangibile sostegno, a riprova che le buone idee hanno bisogno di accoglienza, ma non necessariamente di spettacolarizzazione.

Giuseppina Cozzutti, Assessore alla cultura del piccolo Comune, ha sostenuto con forza il progetto, che si è rivelato persino più produttivo del precedente, forse anche grazie al diverso taglio che il professore ha voluto dargli.

Accanto ai ‘veterani’ e a pochi portatori di interesse (insegnanti e bibliotecari in primis), anche stavolta i fruitori provenivano da diversi ambiti, a volte totalmente distanti fra loro e dal target di partenza.

Tanta diversità è stata nuovamente sinonimo di ricchezza: gli elaborati, moltissimi e intensi nella diversità e nello stile, presentano lo specchio di una platea varia e gonfia
di creatività.

All’allegria che ha preceduto la composizione di versi, il gioco gaio delle parole, l’accostamento di termini e scenette a tratti astruse, inconcepibili al di fuori del contesto ludico, si è fatta strada la consapevolezza dei requisiti fondanti dei componimenti dedicati all’Infanzia: curiosità, gioco, esperimento, ma anche rispetto
della metrica e del registro scrittorio.

Dopo la prima fase, dedicata sostanzialmente ad un excursus fra i vari generi poetici, la seconda giornata è stata interamente dedicata alla composizione di pezzi originali basati sulle varie tecniche.

Il risultato è stato sorprendente: abbondanza di variazioni, ricchezza nella scelta lessicale, a tratti produzione originale di ‘un originale’, tanto che gli elaborati verranno raccolti e, dopo una prima scrematura a opera dello stesso docente, vedranno la luce sotto forma di un’antologia del workshop.

Non avremmo potuto sperare di meglio per un’avventura che, come tutte quelle che si intraprendono per la prima volta, aveva in serbo numerose incognite, il che ci fa ben sperare per il futuro.

Anzi, fa molto di più. Siamo già al lavoro per l’organizzazione della terza edizione…